Leonardo e il moto perpetuo – dal 10 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020 al Museo Galileo di Firenze

 

Fin dal Medioevo l’idea di riproporre il moto perpetuo delle sfere celesti ha stimolato l’immaginazione di ingegneri e filosofi che si sono misurati costruendo macchine che una volta azionate potessero funzionare sempre senza applicare alcuna forza.
Leonardo nei suoi studi ha però stabilito che il moto perpetuo non può esistere in natura, anticipando di oltre 3 secoli la dimostrazione di quel principio fornita dagli studi di James Clerk Maxwell.
La mostra offre, oltre che a una galleria dei disegni di dispositivi a ciclo perenne e modellini tridimensionali di quei meccanismi, anche suggestive simulazioni digitali che permetteranno ai visitatori di osservare le soluzioni più ingegnose concepite da Leonardo seguendo passo passo i suoi ragionamenti.

Leonardo, ingegnere del Rinascimento: in che modo relaziona uomo e macchina?

Per Leonardo l’uomo e le macchine non sono strutturalmente troppo diversi, entrambi sono sofisticati meccanismi.
Il corpo dell’uomo è un meccanismo perfetto come lo è quello di una macchina che imita la natura.
Leonardo essendo un pensatore laico, organico e inorganico, asserisce che uomo e macchina vivono un’integrazione armonica, infatti oggi non è diverso, medicina e fisiologia studiano i meccanismi del corpo e applicano la conoscenza su terreni come l’impiantistica di organi meccanici integrando positivamente uomo e macchine.

 

Scopri tutte le Promozioni del B&B a Casa di Virgilio e prenota subito online!

B&B “a Casa di Virgilio” la tua casa a Firenze!

Prenota ora la tua stanza online presso il Bed and Breakfast a Casa di Virgilio bellissimo B&B vicino al centro storico di Firenze

Ti aspetto con piacere!

Laura

Trascina il widget qui

Chiudi il menu